Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Navigando nel nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.

STORIA

Nel 1960 Alfredino Maurelli che durante i suoi week end a Portofino veste nel classico stile marinaro dei milanesi eleganti, inizia a produrre maglieria in puro cashmere per amici e conoscenti.

Il modello a costa inglese con la zip in triplo filo riscuote un immediato successo e viene indossato da Greta Garbo, Eizabeth Taylor e Richard Burton in vacanza nel piccolo borgo.

Nel 1972 Alfredo, che nel frattempo ha avviato una vera e proria produzione, inizia a collaborare con Halston, il celebre sarto della upper class newyorkese, nasce così una collezione di abiti, pigiama palazzo e mantelle double-face in una straordinaria palette di colori che, abbinata agli innovativi gioielli di Elsa Peretti, riscuote un immediato successo sulle passerelle di quegli anni.

Le più prestigiose riviste di moda, da Harper’s Bazar a Vogue, a W ed Elle, in quegli anni dedicano le loro copertine ad attrici e modelle del calibro di Liza Minnelli, Candice Bergen, Lauren Hutton e Pat Cleveland fotografate da Richard Avedon, James Moore e Francesco Scavullo, che indossano i modelli della collezione di maglieria firmata Halston e prodotta in Italia .

Nel1982 nasce la Società Portofino Piazzetta e si inaugura Dinghy, un piccolo e prestigioso negozio sulla piazza di Portofino che per quindici anni costituisce un punto di riferimento per un’ esigente clientela italiana ed internazionale.

Oggi come allora il punto di forza dell’azienda é la ricerca dei filati più pregiati, il design classico ma originale ed innovativo e sopratutto il processo produttivo che, pur utilizzando le moderne tecnologie, mantiene le caratteristiche di una lavorazione artigianale con una grande cura del dettaglio e delle rifiniture.

JoomSpirit